Ancora nessun commento

Semi di Fiordaliso: “Bambini sempre molto coinvolti”

La prima delle relazioni del progetto Semi di Fiordaliso. “I bambini si sono sentiti fin da subito molto coinvolti”.

Il progetto Semi di Fiordaliso, diviso in due parti, ha visto i bambini coinvolti in varie attività che hanno spaziato dalla lettura ad alta voce da parte dell’adulto esperto, alla comprensione, alla discussione e alla rielaborazione grafica e scritta.

Molto interessante, è stato il lavoro, svolto durante il laboratorio di arte, seguendo le tecniche del caviardage e del kintsugi; le stesse tecniche le abbiamo riutilizzate per diverse attività relative allo studio della lingua italiana.

I bambini si sono sentiti molto coinvolti ed hanno, fin dal primo incontro, instaurato con le diverse operatrici un rapporto empatico dimostrando la capacità, anche emotiva, di porsi nello stato d’animo o nella situazione presentata.

Le storie raccontate hanno tutte avuto per tema delle fragilità che i bambini hanno compreso come valore aggiunto alle relazioni umane, come motore propulsore di valori quali l’amicizia, la collaborazione, la compassione, l’accoglienza e l’amore! Gli stessi valori contemplati nel PTOF del nostro Istituto Comprensivo che ha come fil rouge quello della sostenibilità, nel più ampio senso del termine.

Il lavoro delle operatrici è stato scrupoloso e attento ai ritmi di ciascun bambino. Hanno dato spazio a tutti e tutte affrontando temi difficili, come quello della SLA, con un linguaggio a loro vicino che li ha aiutati a comprendere e ad allontanarsi dalla paura dovuta all’ignoranza, nel senso stretto del termine e cioè dall’inconsapevolezza.

Dall’ultimo incontro non abbiamo mai smesso di lavorare su questi temi e, insieme ai bambini, abbiamo deciso di rielaborare quanto affrontato in diverse modalità.

Il lavoro finale sarà diviso in gruppi; i gruppi saranno quattro e, durante le ore di lezione, ognuno si dedicherà a:
1) creazione di una poesia;
2) creazione di un racconto corredato di immagini;
3) creazione di un fumetto;
4) creazione di un silent book.

Concludo con il ringraziare te, Barbara, per questa occasione di grande ricchezza e col ringraziare Laura, Linda, Valentina, Francesca, Felicia e Luca per la grande professionalità e sensibilità con cui hanno affrontato gli argomenti trattati e per essere state in grado di coinvolgere, sensibilizzare e stimolare i “miei” bambini.

Grazie
Clementina Addorisio

Invia un commento