AISLA Firenze torna a festeggiare il Solstizio d’Estate a Villa Chellini

Gonella: “SLA è emergenza sempre, fare rete associazione-territorio”

La gioia di ritrovarsi insieme dopo tanto tempo e sempre per una buona causa, quella delle persone con SLA. Dopo due anni d’interruzione a causa della pandemia, AISLA Firenze ha organizzato nuovamente la serata benefica a Villa Chellini, che era un appuntamento fisso in occasione della Giornata Mondiale sulla SLA. Grazie all’ospitalità della Famiglia Chellini, a cui AISLA Firenze è legata da un’affettuosa amicizia, e alla magnifica cena allestita dallo chef del ristorante La Salmoneria, tanti soci e amici dell’Associazione si sono ritrovati in un contesto idilliaco e in un’atmosfera di grande serenità.

Villa Chellini 1

La Presidente Barbara Gonella, di recente rieletta, ha salutato e ringraziato tutti gli ospiti presenti che hanno aderito all’evento di solidarietà grazie al quale sono stati raccolti oltre 2500 euro che andranno a finanziare il progetto di fisioterapia domiciliare offerto ai 50 malati che AISLA Firenze assiste in questo momento; un servizio fondamentale per garantire la qualità della vita alla persona con SLA. Nel 2021, agendo sia da provider sia da interlocutore istituzionale, AISLA Firenze ha erogato e svolto: 520 sedute di fisioterapia domiciliare e idrokinesiterapia (30 pazienti) e 10 sedute di logopedia (per i primi tre mesi); 116 ore di sostegno psicologico + 16 Gruppi di Aiuto fino a giugno (16 pazienti e famiglie); 18 gli incontri in presenza e on line con Istituzioni per problemi relativi all’assistenza delle persone con SLA e loro caregiver.

Villa Chellini 4

“Per me e per i membri del neoeletto Consiglio Direttivo è una grande gioia ritrovarsi in questa occasione così importante per la comunità SLA non solo Fiorentina ma di tutta Italia e del Mondo, perché non dobbiamo dimenticare mai che l’emergenza SLA non passa, anzi i casi aumenteranno e ci sarà bisogno più che mai di fare rete, di lavorare in squadra tra Associazione, famiglie e Istituzioni sanitarie, politiche e amministrative del territorio. Solo così potremo dare un’assistenza adeguata ai bisogni dei malati e dei loro caregiver familiari, rispettare i loro diritti e le loro scelte, solo così potremo dare voce a chi non ce l’ha più e dignità alla loro vita, solo così, tutti insieme, potremo sconfiggere la SLA”, è il commento di Gonella.

La serata è stata animata anche da musica dal vivo e da numeri di cabaret grazie al baritono Andrei Mikulchyc, al cantante Franco Ciucchi, alla jazz band Jack Straw’s Castle e al comico Andy Bellotti; è stata presentata da Fabrizio Corsi. 

Hanno sostenuto l’iniziativa: Salvatore Ferragamo, DR. Vranjes, Pasticceria Gualtieri e Cantine Frescobaldi, Bacci Tessuti, La Salmoneria, oltre alla già citata Famiglia Chellini. 

Per sostenere AISLA Firenze: https://www.aislafirenze.it/sostienici/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su